GrNet.it - informazione Sicurezza e Difesa

Dom28052017

Ultimo aggiornamento09:29:14

Forum bar

Forum

Logo-Carabinieri Carabinieri Polizia Finanza Penitenziaria
Esercito Marina Aeronautica Guardia Costiera
Back L'OPINIONE L'OPINIONE Strage alla sede di Charlie Hebdo: dopo un anno la paura non ci ha abbandonato

Strage alla sede di Charlie Hebdo: dopo un anno la paura non ci ha abbandonato

  • PDF
Valutazione attuale: / 4
ScarsoOttimo 
charlieRoma, 6 gen - (di Dina La Greca) Come pesci dietro il vetro di una boccia, così l’Europa sta assistendo al post Charlie; muti, a occhi sgranati e richiedenti cibo (così fanno i miei pesci della loro  boccia).

A sostegno di questa mia opinabile tesi ricordo l’epilogo nella notte del 13 novembre appena trascorso di Parigi, e cito solo questa per evidenti parallelismi con il giornale satirico, ma in un anno si sono sprecati i fatti paurosissimi che abbiamo osservato dalla boccia, un terribile disegno che inizia e finisce nella capitale d’oltralpe.

Oggi Hollande pone una lapide in memoria, il gesto dei gesti! ..per di più con il nome di Wolinski, uno dei vignettisti uccisi, errato… capperi che pesci!

Va bene, lasciamo stare l’ittica e parliamo di cosa ha suscitato il post “Je suis Charlie” e le infinite matite spezzate a sostegno del giornale satirico, nulla! Il nulla assoluto, a esclusione della paura e dell’ipocrisia crescente, al progressivo discostamento dalle posizioni iniziali dei sostenitori della satira giusta, anche se oscena e offensiva di tutte le religioni e le fazioni politiche (sberleffi democraticamente distribuiti a tutti, D E M O C R A Z I A).

Chiaramente la redazione si è ricostituita, i morti sono morti ma non l’idea può essere uccisa, fortunatamente. La libertà, quella si!

Perché ho l’impressione che tutti buoni propositi che erano stati stilati a lettere di sangue all’indomani della strage siano stati disattesi con la stessa velocità di chi ha sparato dai Kalashnikov quella mattina.

Tanti i dietro front ideologici e i “ma si però loro…” hanno contribuito a renderci più muti di prima, impauriti ed immobili di fronte a nuove minacce e nuovi accenti terroristici, intorpiditi al punto da non sorprenderci più dell’inettitudine governativa e dal sempre maggiore e crescente potere delle religioni.

A tal proposito, i grandi delle due maggiori religioni francesi si sono uniti contro il numero commemorativo della strage, dove nella vignetta di copertina si vede un dio (non identificabile chiaramente in uno specifico di una religione specifica) fuggitivo con un mitra addosso recante la scritta “L’assassino corre ancora oggi”; un chiaro messaggio alla colpevolezza delle religioni in questa brutta faccenda, dove a esser stata minata è la libertà di satira e di parola, forte e aggressiva, deplorevole in alcuni casi, ma pur sempre un punto di vista della società; che evidentemente non piace a qualcuno, quello stesso qualcuno che risponde col tratto di sangue al tratto a carboncino.

Ogni qual volta ci arrendiamo alla paura, ci arrendiamo alla perdita di un quid di libertà, irrecuperabile. Accettiamo le scelte di chi vorrebbe utilizzare i propri modi per ridisegnare confini politici sotto il velo religioso. Coabitazioni possibili nel vecchio continente che adesso stanno vacillando per troppa paura del dirimpettaio arabo, equilibri forgiati nei secoli sfumano sotto la scelta di eliminare crocefissi e recite natalizie. Il rispetto che si piega al terrore, in una casa che ospita da millenni centinaia di popoli.

E’ questo a mio modestissimo avviso il messaggio della redazione dei durissimi e agguerriti di Hebdo, il direttore Riss dichiara, nel suo editoriale di questo attesissimo numero commemorativo e ricco di collaborazioni autorevoli, “Le idee dei laici e degli atei possono spostare montagne più della fede dei credenti” e ancora, “Non sarà il lavoro di due stronzetti a mandar all’aria il lavoro costruito in 23 anni, non vedranno crepare Charlie, è Charlie che li vedrà crepare”.


News aggiornate

occhi
Occhi puntati sulla notizia

Top Web Site

soldato-computer
Sito web di riferimento per il comparto

Forum

professionisti
Professionisti a tua disposizione gratis

Smartphone

smartphone
Portale ottimizzato per gli smartphone
Per le pagine di menu: